Uova e mozzarella (sempre più veloci a cucinare)

Ormai lo sappiamo, lo abbiamo detto e stradetto: noi casalinghe moderne non abbiamo tempo e, detto sinceramente tra di noi, non abbiamo sbatti (perché noi siamo anche giovanili nel linguaggio)!

Le nostre parole d’ordine sono “facile”e “veloce”!!!

Quindi eccomi ancora qui a suggerirvi una ricetta easy e veramente fast!!!

Ingredienti per porzione singola:

  1. Una mozzarella da 125 gr (quelle che si comprano al Super per intenderci)
  2. Un uovo taglia M (io preferisco L, ma dipende da quanto piacciono le uova)
  3. Un pizzico di sale
  • Prendete l’uovo e spaccatelo in un piatto (io lo faccio direttamente nel tegamino o nella padella, ma dipende da quanto ci tenete alle vostre pentole), aggiungete un pizzico di sale e sbattete energicamente.

  • Prendete  la mozzarella e tagliatela in cubetti grossolani.
  • Incorporate la mozzarella all’uovo precedentemente sbattuto.
  • Versate l’olio nella padella in modo da coprire metà della superficie

  • Mettete l’uovo e la mozzarella ben amalgamati (per intenderci la mozzarella deve essere tutta gialla) nella padella
  • Accendete a fuoco medio
  • Decidete se lasciarla tipo stracciatella o cercare di renderla simile a una crêpe
  • Non cuocete più di 5-6 minuti
  • Impiattate 

Buon appetito! 

Pasta, ricotta e zucchero…


Questa ricetta facile e sfiziosa la consiglierei per chi ha bambini a pranzo o a cena…

È dedicata soprattutto a chi vuole sperimentare e non ha paura di provare sapori diversi e inconsueti.

Prima di tutto scegliete una pasta che possa catturare la ricotta (io consiglio i fusilli o le farfalline).

Cuocete la pasta non lasciandola troppo al dente e quando la scolate non buttate l’acqua di cottura che vi servirà dopo.

Preparate in ogni singolo piatto la ricotta.

Per ogni porzione usate 2 cucchiai e mezzo di ricotta.


Aggiungete 3 o 4 cucchiaini da caffè di zucchero.


Iniziate ad amalgamare la ricotta e lo zucchero aggiungendo l’acqua di cottura quanto basta fino a ottenere un composto cremoso.

Aggiungete la pasta nel piatto.

Girate finché la ricotta non sarà tutta catturata dalla pasta.

Servite non troppo caldo.

Buon appetito!!!   

Vivere senza stirare

Non è necessario stirare, è chiaro che la stiratura è una sovrastruttura che si sono inventate le nostre nonne e noi, casalinghe moderne, dobbiamo ribellarci a tutto questo vecchiume

Il salto di qualità sarà facile e indolore basta seguire pedissequamente alcune semplici tappe e non sentirete più lo sguardo del ferro da stiro che vi osserva pietoso…

iqvxwdfp

Bisogna essere immediatamente operative per saltare questo inutile passaggio!!!

Queste sono le azioni da seguire alla lettera (NON È UNO SCHERZO)

  1. Riporre in lavatrice i capi da lavare già piegati bene (o, se siete disordinate come me, al limite della decenza)!!!
  2. Stendere i panni lavati tirandoli bene, bene ma bene, bene (soprattutto l’intimo)
  3. Nel caso di camicie tirarle lungo le cuciture delle maniche e del dorso!!!
  4. Utilizzare ometti per le magliette e i golf che non modifichino la forma delle spalle!!!
  5. Una volta asciutti ripiegarli bene, passando il palmo aperto della mano per benino, non dimenticando nessun angolo!!!

 

La tovaglia

La casalinga moderna è una giovane donna che ha un enorme problema: il tempo.

Non ha tempo!!! 201217047136-600x401

La tovaglia può essere motivo di perdita di tempo.

E allora perché toglierla dopo il pranzo di mezzogiorno, quando si ha la certezza matematica che deve essere riutilizzata per la cena della sera?

Lasciatela lì… Sul tavolo…

Utilizzate una spazzolina raccoglibriciole e lasciate la tovaglia ad aspettarvi lì, fedele e paziente…

^^

Per non offendere la vostra tovaglia potete lasciarla operativa direttamente fino al momento della colazione.

E’ inutile dire che lo stesso discorso può valere per le tovagliette!!!

^^